Siamo nel 1949 e un gruppo di giovani (giovani di allora) in casa di mamma Borghi Mafalda, F.lli Fabbri, F.lli Giuliani, F.lli Regazzi, F.lli Sgarzi, F.lli Gaffibari. F.lli Sirnoncini, Comni. Attilio Monti, Pruni, Bergamaschi, Gruppioni, Palmieri e altri che al momento possono sfuggire i loro nomi.

Questi giovani di allora furono fondatori del G.S. Ravonese, furono i veri propulsori di questa società.

Quando partironoo informarono tutti gli abitanti della Valle del Ravone (da cui ha preso il nome la Società), informarono tutti perchè di tutti sentivano la necessità di un appoggio morale e finanziario, tutti diedero una mano, un contributo, un consiglio, facero tesoro di tutto, tanto è valso a portarci così lontano, che noi oggi stentiamo a credere che siano passati tanti anni così velocemente.

Talvolta parlandone fra di noi, ci guardiamo in faccia e ci sembra così vicino il tempo in cui, pieni di entusiasmo, demmo il via a questa attività sportiva.

Nel commentare questi ricordi notiamo intorno a noi le facce di coloro che pure non essendo citati in partenza furono e sono i maggiori collaboratori di questo G.S Ravonese.

Potremmo fare dei nomi, ma non vorremmo dimenticare qualcuno, ma se i primi furono i promotori gli altri ne furono i proseguitori, portando sempre più in alto il G.S. RAVONESE.

Lungo il cammino abbiamo scritto pagine sportive gloriose, di lott’, di contese e sì… anche di tanti successi, molti dei quali ancora vivi nella memoria di tutti, e soprattutto di coloro che hanno la fortuna di parlarne e di riviverli. Noi abbiamo questa fortuna e mentre ricordiamo queste pagine incancellabili, non possiamo fare a meno di ricordare coloro, soci, atleti e sportivi che oggi non sono più con noi, ma che avrebbero gioito come noi, insieme a noi.